CODICE ETICO

SOMMARIO

  1. PREMESSA
  2. CORPORATE GOVERNANCE
  3. CONFLITTO DI INTERESSE
  4. DOVERE DI RISERVATEZZA
  5. TRASPARENZA NELLA CONTABILITA'
  6. NORME DI COMPORTAMENTO
  7. RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  8. CONTRIBUTI ED OMAGGI
  9. RISORSE UMANE
  10. PROMOZIONE, FORMAZIONE e DIVULGAZIONE
  11. SISTEMA SANZIONATORIO
  12. ENTRATA IN VIGORE E DIFFUSIONE

1. PREMESSA

Salkho, nel perseguimento della propria missione e nell'espletamento della propria attività d'impresa, fa riferimento a principi etici non derogabili, che investono norme di comportamento sia individuali che societarie.

Associati, Collaboratori Istituzionali, Management, Dipendenti, Collaboratori esterni, Clienti e Fornitori devono quindi improntare il proprio comportamento secondo principi di integrità, lealtà, correttezza e trasparenza nei confronti del prossimo, sia esso un esponente di Salkho, sia esso un terzo privato quanto la Pubblica Amministrazione.

Tutti coloro che lavorano o collaborano con Salkho, senza distinzioni ed eccezioni, sono impegnati quindi a osservare e far osservare tali principi nell'ambito della proprie mansioni e responsabilità.

In nessun modo la convinzione di adire nell'interesse e/o a vantaggio di Salkho può giustificare l'adozione di comportamenti in contrasto con questi principi o con le norme etiche di seguito esposte nonchè con le procedure che disciplinano tutte le attività aziendali.

In particolare, Salkho non ritiene accettabili e non incentiva in alcun modo tutti quei comportamenti, atti o fatti tesi ad agevolare qualsiasi tipo di vantaggio personale e/o aziendale che non sia compatibile con le norme di legge e regolamenti interni vigenti, e che sia estraneo di fatto ai principi generali indicati nel presente Codice Etico.

A seguito dell'entrata in vigore del DL 231 del 2001 (e sue successive integrazioni) che ha introdotto nel nostro ordinamento la responsabilità amministrativa/penale delle persone giuridiche nei casi in cui i propri dipendenti o soggetti apicali commettano i reati dalla stessa legge individuati, è stato predisposto il presente Codice Etico la cui osservanza è di importanza fondamentale per il buon funzionamento, l'affidabilità, la reputazione di Salkho e delle Società del Gruppo, nonché per evitare qualsiasi coinvolgimento di Salkho nella eventuale realizzazione di condotte penalmente rilevanti da parte dei propri collaboratori.

2. CORPORATE GOVERNANCE

Salkho adotta un sistema di governo aziendale conforme alle norme vigenti, idoneo a garantire trasparenza, informazione sull'andamento aziendale e comunicazione tra i collaboratori ed il management.

Salkho ha altresì formalizzato per le aree di intervento ritenute "critiche" diverse procedure, finalizzate a far sì che ogni atto e/o transazione rilevante sia adeguatamente autorizzato e sia rispondente ai principi interni.

I Fondatori Salko sono l'organo che ha la responsabilità di attuare gli indirizzi strategici identificati dai collaboratori, curando allo stesso tempo l'adozione ed il funzionamento di tutti gli strumenti di controllo ritenuti idonei a garantire l'osservanza alle norme e alle procedure interne.

Il Management e i collaboratori hanno il dovere di partecipare attivamente e con continuità alla conduzione dell'attività, in modo da garantire sempre il loro apporto di conoscenza ed esperienza.

Tutti i Collaboratori hanno altresì il dovere di agire in assenza di conflitto di interessi e perseguendo sempre il bene di Salkho rispetto ad un eventuale proprio interesse, che - se del caso - dovrà essere immediatamente palesato ai Fondatori, che adotteranno gli accorgimenti del caso.

L'organo di Vigilanza (OdV) rappresentato dai Fondatori e dai Project Manager, è l'organo interno preposto alla verifica dell'effettiva conformità di tutte le pratiche aziendali al modello organizzativo DL 231/01 che Salkho si è dato.

Tale organo, destinatario di segnalazioni interne di eventuali situazioni che violano le norme contenute nel presente Codice Etico, ha il compito principale di controllare che le norme e le procedure di Salkho siano correttamente applicate da tutti i soggetti coinvolti (interni ed esterni), riportando direttamente ai Fondatori tutti gli elementi di criticità emersi dalle sue verifiche affinchè possano essere prese le opportune contromisure e/o le relative sanzioni.

L'organo di Vigilanza, ha altresì il compito di interagire con i Fondatori anche sugli aspetti contabili, bancari, e su tutte le operatività prese in carica al fine di rilevare eventuali criticità e poter intervenire con le opportune contromisure.

3. CONFLITTO DI INTERESSE

Ogni Partner, Manager, Dipendente, Collaboratore, inclusi i Consulenti indipendenti, Fornitori terzi e Clienti, sono tenuti preventivamente a manifestare, con le modalità ritenute più indicate, tutte le situazioni di conflitto di interesse che, ancorché solo potenzialmente, possano manifestarsi nell'ambito dell'espletamento del proprio ruolo all'interno di Salkho.

Tali soggetti devono evitare qualsivoglia situazione in cui si possano manifestare conflitti di interesse e sono tenuti a non avvantaggiarsi personalmente di opportunità di affari di cui sono venuti a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni.

Situazioni di potenziale conflitto di interesse si determinano, in generale, allorquando l'attuazione di una particolare condotta sia idonea a portare al soggetto che la compie (o ad un suo prossimo, sia esso persona fisica o giuridica) un indebito vantaggio, contrario agli interessi della Società di appartenenza.

L'organo deputato ad accogliere tali segnalazioni e a valutare l'effettiva presenza di situazioni di conflitto di interesse è l'Organo di Vigilanza.

Il personale non può svolgere, durante il proprio orario lavorativo, altre attività non congruenti con le proprie mansioni e responsabilità organizzative. L'utilizzo dei beni aziendali, quali ad esempio locali, attrezzature, informazioni riservate di Salkho e delle società del Gruppo non sono consentiti per l'uso e interesse personale di qualunque genere.

4. DOVERE DI RISERVATEZZA

Nell'ambito delle proprie funzioni e ruoli, ogni soggetto interno (dipendenti, collaboratori, associati e manager) ed esterno (fornitori, clienti) è tenuto a rispettare il principio di riservatezza delle informazioni riguardanti l'attività svolta dalla società di cui è a conoscenza, sia in modo diretto sia indiretto.

La divulgazione di informazioni riservate non è ammessa, a meno che non sia stata preventivamente approvata ed autorizzata dal proprio diretto superiore.

5. TRASPARENZA NELLA CONTABILITA' & GESTIONE

Tutte le azioni, le operazioni e le negoziazioni compiute da Salkho sono ispirate ai seguenti principi:

- massima correttezza gestionale e professionale

- completezza e trasparenza nella gestione delle informazioni

- legittimità sotto il profilo legale e sostanziale

- chiarezza e verità dei riscontri contabili secondo le norme vigenti e le procedure interne.

Salkho esige da tutti i suoi collaboratori piena ed ampia dedizione affinché i fatti di gestione e le operazioni poste in essere nel corso di tutte le proprie attività, siano rappresentati in contabilità, correttamente e tempestivamente. I collaboratori devono agire al fine di consentire la massima trasparenza e completezza della documentazione contabile.

Il collaboratore è tenuto a riferire immediatamente al superiore gerarchico eventuali violazioni dei suddetti principi, falsificazioni, omissioni o lacunosità della contabilità o dei documenti su cui essa si basa.

Salkho dispone di un struttura amministrativa e legale, interna ed esterna  che, supportata da consulenti di spiccata professionalità e capacità, è ritenuta idonea all'assolvimento degli obblighi di legge e di controllo documentale.

I collaboratori sono tenuti a prestare la massima e pronta collaborazione a tutti gli organismi di controllo che avessero a richiedere loro informazioni e documentazione circa le operatività in cui è coinvolta la Salkho.

6. NORME DI COMPORTAMENTO

Tutti i collaboratori interni ed esterni di Salkho hanno il dovere di comportarsi secondo onestà, integrità e lealtà.

Salkho non incentiva in alcun modo, ed anzi perseguirà, tutti quei comportamenti che, indirizzati al raggiungimento di benefici personali e/o aziendali, esulino dai principi enunciati e possano mettere a repentaglio la sua reputazione e il suo buon nome.

Oltre al dovere di riservatezza di cui ai punti precedenti, tutti i collaboratori sono tenuti ad utilizzare tutti gli strumenti di lavoro concessi loro da Salkho in modo appropriato tenuto conto del fine per il quale il bene è stato concesso, e comunque con parsimonia.

Fermo restando il diritto alla privacy, Salkho potrà predisporre in ogni momento verifiche sul corretto utilizzo dei beni strumentali aziendali, in particolar modo sulle applicazioni informatiche, e sui mezzi ed attrezzature di lavoro.

I Partner terzi, i collaboratori esterni e i fornitori (ed eventuali loro dipendenti e collaboratori) di Salkho sono tenuti anch'essi ad una condotta ispirata ai medesimi principi: la non osservanza di tali principi, comporterà l'adozione da parte di Salkho di tutte le contromisure ritenute idonee, fra cui la risoluzione per inadempimento del rapporto di lavoro/fornitura.

7. RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

La Salkho nell'ambito delle proprie attività, assume un ruolo fondamentale il rapporto con la Pubblica Amministrazione, Istituzioni, Enti, Rappresentanze di Governo, Associazioni - (per comodità esplicativa abbreviate P.A.).

Tale rapporto non può che essere improntato alla massima trasparenza, correttezza (sia formale che sostanziale) ed integrità, qualità principali che devono rivestire ogni momento di contatto con la P.A. ed i suoi esponenti da parte di chiunque agisca con e verso di essa a nome di Salkho.

Sono proibiti i pagamenti illeciti nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Si intende per Pubblica Amministrazione qualunque ente sia di emanazione statale (Ministeri, Uffici Fiscali, ecc.) sia locale (Regioni, Province, Comuni) istituzionalmente preposto alla cura degli interessi pubblici sia Italiani che non Italiani.

La Salkho adotta nelle relazioni con la Pubblica Amministrazione e con gli Enti Locali la più rigorosa osservanza delle normative internazionali, nazionali, regionali e aziendali applicabili. Nei rapporti con tali soggetti, è severamente vietato cercare di influenzare impropriamente le decisioni dell'istituzione interessata, al fine di ottenere il compimento di atti non conformi o contrari ai doveri di ufficio, in particolare offrendo o promettendo, direttamente o indirettamente, doni, favori, denaro o utilità di qualunque genere. Tale divieto ha validità generale, nel senso che deve considerarsi esteso anche a iniziative individuali, utilizzando denaro e beni propri o del nucleo familiare. In ogni caso atti di cortesia commerciale non devono mai essere compiuti in circostanze tali da poter dare origine a sospetti di illiceità e compromettere l'immagine aziendale. Il collaboratore che dovesse ricevere indicazioni da chiunque di operare in tal senso è tenuto a darne immediata comunicazione al proprio referente o all'Organismo di Vigilanza.

Al fine di evitare qualsiasi ambiguità in merito, Salkho ha adottato delle procedure tese a disciplinare e formalizzare al meglio ogni rapporto con la P.A.: ogni soggetto interno od esterno è tenuto alla loro scrupolosa osservanza, oltre naturalmente che alle normative vigenti.

8. CONTRIBUTI ED OMAGGI

Salkho disconosce tutte le pratiche - attuate da soggetti interni od esterni - di concessione di regalie ed omaggi tali da intaccare l'imparzialità di giudizio dei terzi cui sono rivolte e ad ottenere, anche indirettamente, trattamenti di favore non oggettivamente giustificati e dovuti.

L'elargizione di omaggi e regalie, adeguatamente motivata, documentalmente supportata ed avvallata da chi ne ha i poteri, è accettata solo se di modico valore, conforme agli usi del posto e in ogni caso non strumentale all'ottenimento di agevolazioni e/o autorizzazioni di qualsiasi tipo e natura.

Anche i contributi e le sponsorizzazioni sono soggetti a norme che ne limitano la concessione ai beneficiari e agli eventi che la Salkho ritiene meritevoli di sostegno, il tutto nell'ambito delle norme vigenti.

A tal fine è stata formalizzata una procedura interna che ne disciplina la concessione: ogni soggetto interno od esterno è tenuto alla sua scrupolosa osservanza.

Chiunque offrisse omaggi e regalie al di fuori dei limiti indicati anche senza far riferimento a Salkho come soggetto nel cui interesse l'omaggio fosse dato si pone fuori dalle prescrizioni del presente Codice Etico, e pertanto si configurerebbe come soggetto passibile delle eventuali contromisure che Salkho decidesse di intraprendere per la tutela della propria immagine. 

9. RISORSE UMANE

Salkho riconosce nelle risorse umane un fattore essenziale per il raggiungimento della missione aziendale; ne promuove la crescita professionale in accordo con le esigenze aziendali, tutelandone tutti i diritti in applicazione delle vigenti normative di legge.

Salkho seleziona, incarica e retribuisce i propri collaboratori esclusivamente in base a criteri meritocratici, senza attuare discriminazioni sessuali, politiche, sindacali e religiose.

Salkho promuove un ambiente di lavoro improntato alla reciproca fiducia, correttezza e trasparenza.

Tutti sono chiamati a contribuire per promuovere e mantenere un clima di reciproco rispetto dell'ambiente di lavoro con particolare riguardo alla sensibilità altrui.

La dedizione, la professionalità, l'etica dei collaboratori sono valori e condizioni determinanti per conseguire gli interessi di Salkho.

10. PROMOZIONE, FORMAZIONE E DIVULGAZIONE

Salkho garantisce la divulgazione del presente Codice Etico sia tramite consegna di sue copie su supporto cartaceo (per i collaboratori e per le controparti contrattuali), sia tramite pubblicazioni sul proprio sito WEB e stampa (per tutti gli interessati).

Pertanto il personale e i collaboratori, devono responsabilmente conoscere le fattispecie di reato potenzialmente commissibili, rispettare le procedure aziendali che ne prevengono l'insorgenza e adottare comportamenti proattivi in linea con il presente Codice per evitare di incorrere in una qualunque delle fattispecie di reato contemplate.

Ogni collaboratore ha l'obbligo di:

- rappresentare con il proprio comportamento un esempio per i propri colleghi (dipendenti e non, interni ed esterni);

- promuovere l'osservanza delle norme del Codice Etico e di Condotta;

- operare affinché i propri colleghi e collaboratori comprendano che il rispetto delle norme del Codice Etico e di Condotta costituisce parte essenziale del proprio lavoro.

11. SISTEMA SANZIONATORIO

Comportamenti non conformi al contenuto del presente documento saranno sanzionati con modalità differenti in relazione al soggetto che li abbia posti in essere; in particolare (ed in via non esaustiva):

- Per i Partner: la segnalazione all'OdV;

- Per i dipendenti: la segnalazione all'OdV e l'applicazione delle sanzioni disciplinari previste dal contratto collettivo dello Statuto dei Lavoratori;

- Per i collaboratori e fornitori: la risoluzione del contratto.

Le segnalazioni sono trattate con la massima riservatezza e tutte le violazioni riferite diventano immediatamente oggetto di indagine. I collaboratori sono tenuti a cooperare senza riserve alle fasi istruttorie e a fornire tutte le informazioni in loro possesso riguardanti tali violazioni, indipendentemente dal fatto che le stesse siano considerate rilevanti. La mancata cooperazione, o la cooperazione solo parziale con le attività di istruttoria costituisce una violazione del presente Codice Etico e di Condotta.

12. ENTRATA IN VIGORE E DIFFUSIONE

Il presente Codice Etico e di Condotta è entrato in vigore nel momento stesso della sua pubblicazione.


 .